[Ebook] Chiedo scusa By Francesco Abate – Thomashillier.co.uk



10 thoughts on “Chiedo scusa

  1. says:

    HEREAFTER difficile, pressoch impossibile, non pensare che Valter sia un cavaliere senza macchia e senza paura.Eppure, paura ne ha avuta, tanta, l ha conosciuta bene ma non ha avuto la paura della sua paura, non l ha respinta n negata n ignorata E alla fine l ha sconfitta, ha vinto lui.Un cavaliere senza macchia e senza paura che percorre queste pagine, avvolto in un alone dai contorni come bisce in fuga, perch per la maggior parte del tempo ho letto attraverso gli occhi velati di lacrime.Un cavaliere senza macchia che conosce il bene oltre la sofferenza, e riconosce gli altri oltre il dolore anche quello fisico Valter ergo Francesco racconta l operazione chirurgica che ha dovuto fare senza anestesia perch non avrebbe retto una terza anestesia nel giro di cos poche ore, e mi ha trascinato dentro una scena di tortura, viva e lancinante come fosse sulla mia stessa carne la vicinanza con la morte che fa scoprire la vita la paura di mori...


  2. says:

    In attesa di ritrovare il mio commento Anobii, ops, down , chiedo scusa a Francesco, certa che sarebbe d accordo con me, e uso questo spazio per ricordare Severino Cesari, scomparso ieri.Anzi no, non scomparso Severino, ma morto a causa di quel cancro maledetto che ogni giorno ci strappa via qualcuno di caro e che ci costringe a veder soffrire le persone che amiamo.Mi era caro, Severino, avevo imparato ad amarlo su Facebook, a schierarmi accanto a lui ogni volta che, con una forza immensa, ci raccontava della sua battaglia a Quantico.E mi mancher , accidenti se mi mancher mi mancher la sua forza, mi mancher la sua dolcezza, mi mancheranno le sue parole, sempre di speranza, anche quando mi raccontavano delle sue sconfitte.Ma lo scrivo anche qui, perch era anche una persona che alla letteratura italiana ha regalato tanto Ma questa un altra storia, mi dissi nentre rivedevo per la prima volta i colori incantevoli dell ottobre romano con il taxi dell andato, era in realt la seconda e anzich rimpiangere la detenzione di oltre mesi passati immobile nel letto per l ischemia, provavo pura gratitudine Ciao, una promessa Una promessa per rendere l affetto che mi date, e al quale non sono in condizione ...


  3. says:

    Gi , si dovrebbe chiedere scusa per il disinteresse colpevole, per l a negato, che non potr ritornare dall altro come un eco Perch alla fine l unica cosa che conta l a che hai dato e quello che hai ricevuto O no Il resto nulla Bel romanzo, questo di Francesco Abate scrittore, giornalista, disk jockey nonch trapiantato di fegato e Saverio Mastrofranco che poi Valerio Mastandrea, l attore , un romanzo forte e significativo sulla malattia e sulla compassione vera Stefan Zweig ricorda che circola pi spesso quella falsa, di compassione, l impazienza del cuore , quell impulso che ti fa dare l elemosina al povero per toglierti il disagio fugace della sua presenza sulla tua strada Un romanzo con qualche forzatura nel linguaggio, specie all avvio, qualche iperbole di troppo, ma che poi scorre via pi fluido, e allora prende e lascia il segn...


  4. says:

    Lo ammetto, quando ho a che fare con gli ospedali sono sempre a disagio Essere al cospetto di cos tanta sofferenza mi fa sentire indegno della fortuna di avere un corpo sano e mi fa vergognare dei piccoli problemi per cui mi angoscio E per questo motivo che ho sempre grande pudore nel parlare della malattia ed lo stesso pudore che provo ora nel cercare di commentare questo romanzo Abate ha raccontato con umilt , ma al tempo stesso con grande coraggio e senza cercare di addolcire la pillola, la sua esperienza prima di ragazzo uomo, condannato ad una vita limitata da una diagnosi precoce, e poi di trapiantato Ci ha ricordato quanto sia importante la speranza per l uomo e quale atto di lealt civica sia il donare i propri organi per ridare una possibilit a persone che sono appese all esile filo di un miracolo Soprattutto, ha raccontato l altra faccia della sanit italiana Quella bella, fatta di uomini e donne che affrontano furibonde battaglie contro la sofferenza e l ingiustizia della vita armati delle loro capacit , degli scarsi mezzi a loro disposizione ma, soprattutto, di tantissima umanit Quella di cui non si sente parlare sui giornali ma che esiste e che io ho potuto osservare all opera con i miei occhi Ha raccontato la grande ...


  5. says:

    Ho alternato commozione a grasse risate e, forse, sono proprio queste che mi han permesso di non sciogliermi in una valle di lacrime un libro che ti prende e ti percuote l anima come un battipanni sul tappeto, che ti centrifuga a mille le emozioni e non sai pi nemmeno tu cosa stai provando stata una sorpresa, un pugno nello stomaco, un regalo e anche un calcio nel culo Leggetelo, almeno una vo...


  6. says:

    Che dire di questo libro Scelto pi per la copertina che per altro, si rivelato una piccola perla La storia quella di Valter, cronicamente ammalato di fegato e della sua vita che da questa malattia viene inevitabilmente segnata i rapporti umani, l approccio con il prossimo, il lavoro, l ospedale, t...


  7. says:

    Prima di prenderlo in prestito avevo ovviamente letto alcune tra le recensioni qua su aNobii e avevo visto la media dei voti, impressionante, non sono molti i libri che hanno 4,5 stelline di media, per di pi se il romanzo contemporaneo Quindi ero spaventata, mi sono subito chiesta E se a me non piace.Che sciocca Questo libro non pu non piacere, non pu non dire qualcosa, talmente potente che anche solo una piccola traccia la lascia.E un libro di pancia, sostanzialmente Scritto col cuore e con la testa, certo, ma la sua forza sta nell irruenza delle parole, nell urgenza della scrittura, nelle pagine vigorose piene di riflessioni a volte sussurrate a volte urlate con voce stentorea Mi si potrebbe dire che facile fare un libro che acchiappa il lettore quando si parla di malattia Beh, non esattamente cos , se fosse cos semplice tutti quelli che si ammalano potrebbero scrivere il loro libro, e teoricamente dovrebbero essere tutti libri fantastici No, decisamente non cos In realt , per quanto la malattia sia una costante tristemente comune per moltissime persone e famiglie, parlarne, raccontarla, difficile Perch ci sono tante cose che si vorrebbero dire, perch molte di queste cose non verrebbero capit...


  8. says:

    Su libri come questo dovrebbero mettere una fascetta con su scritto attenzione caution maneggiare con cura, qui dentro c , in parte, l anima di un uomo.Perch poi leggi un librotestimonianza cos e ti ritrovi con l anima di un uomo fra le dita e non sai bene casa farne Ti identifichi, ti difendi, la fai ballare da una mano all altra, vorresti tanto passarla a qualcun d altro, scotta, gelata, guardarla fa male, la stringi nel pugno e la scaglieresti lontano Ma poi arriva il momento che comprendi che ci vuole pudore e delicatezza e onest verso quest anima, le mani da sole si posizionano all altezza del cuore e la lasciano parlare e il cuore si mette all ascolto.Questo libro non si valuta con il pensiero con l intelletto, lo si pu valutare solo con il sentimento Lasciare che le due anime, di chi ha scritto e di chi ha letto si tocchino, vuol dire aprire le palmi e tenerla con delicatezza, vuol dire lasciar fluire quel che ha da dire, vuol dire approfittare dell es...


  9. says:

    Onesto Modesto Questi i due pregi che riconosco a questo libro Un libro che forse mette troppa carne al fuoco, e non ha la forza per cucinare tutto Un libro sicuramente sofferto, vissuto, che parla di una storia vera, ma manca del coraggio per ...


  10. says:

    Una pagina commuove e l altra fa sorridere senza mai scadere nell angoscia, anzi quando finisce lascia una sensazione di benessere, perch malgrado la tristezza del tema comunque un inno alla bellezza del vivere.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Chiedo scusa Reading Chiedo Scusa Author Francesco Abate Bandcamptomp3.co.uk Valter Si Burla Del Mondo Perch Da Sempre Abituato A Perdere Pensa Che Il Mondo Debba Chiedergli Scusa Ma Quando Una Malattia Lo Porta A Un Odissea Senza Fine Nel Dolore, Sente Che Invece Lui A Dover Chiedere Scusa A Tutti Perch Quello Che Credeva Il Suo Dolore Una Goccia Del Dolore Del Mondo Una Goccia Dell Ingiustizia Senza Rimedio E Spiegazione E Allora, Forse, Valter Pu Scoprire La Gioia La Gioia Di Accettare E Di Vivere La Voce Beffarda E Innocente Di Un Uomo Che Si Sempre Rifugiato Nel Sarcasmo E Nel Risentimento Per Non Soccombere La Sua Caduta E Rinascita Diventano, In Questo Romanzo Asciutto E Commovente, Il Tentativo Di Risarcire Ognuno Per La Misera Condizione Di Essere Umano Di Fronte Al Potere Spesso Crudele Della Natura Ma Anche Un Indimenticabile Dichiarazione Di Speranza Saverio Mastrofranco Il Nome Con Cui Un Intenditore Di Cinema Chiam Valerio Mastandrea Chiedendogli Un Autografo Per Strada Da Quel Giorno L Attore Lo Usa Per Piccole Incursioni Sulla Scena Musicale E Letteraria Dall Incontro Con Il Giornalista Francesco Abate, Il Racconto Di Una Storia Vera La Vita Ha Sempre Un Lato Comico, E Questo Libro, Nudo E Limpido Come Una Pietra Preziosa, Lo Scopre Nel Luogo Pi Impensato Nel Pi Estremo Dolore.